Spy vs. spy

Questa è una cosa carina in cui mi sono imbattuto totalmente per caso: Jonna Mendez, l’ex capo del dipartimento della CIA dedicato al camuffamento e robe del genere, guarda le scene di alcuni film e telefim di spie e spiega se le cose che si vedono hanno un senso oppure no, come funzionerebbero o meno, eccetera. Ma soprattutto aggiunge un sacco di dettagli su cosa fanno realmente gli agenti della CIA. Una cosa davvero interessante se vi piacciono le storie di spie e vi incuriosisce la realtà dietro la fantasia.

Annunci
Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

[Recensione] The First

Se avete TIM Vision, vi consiglio di andare a vedere gli 8 episodi di The First (link), una splendida storia di fantascienza contemporanea in cui si seguono le vicende del gruppo di persone che lavorano alla missione che porterà i primi uomini su Marte.

Il focus è principalmente sugli astronauti, ma c’è molto spazio anche alle vicende tecniche e soprattutto su chi si occupa dell’aspetto della comunicazione della missione, e della politica che gira attorno a un simile progetto.

Il vero protagonista è Sean Penn, che interpreta il ruolo dell’astronauta che ha avuto due enormi tragedie nella sua vita e ora, a inizio del primo episodio, gli arriva la terza. Questo evento gli aprirà una porta che pensava chiusa, ma al contempo lo metterà di fronte a delle scelte molto precise e difficili da prendere.

Non vi dico di più, nemmeno cos’è questo evento nonostante si veda nella prima scena significativa del primo episodio (attorno al quindicesimo minuto) , perché voglio lasciarvi il gusto di scoprirlo.

Quello che vi dico è che purtroppo la serie non è stata apprezzata negli USA e quindi non ci sarà una seconda stagione. Ma la prima ha comunque un suo finale, quindi anche se c’era molto spazio per andare avanti, vale la pena comunque vederla.

Infine vi metto qui il trailer che, una volta tanto, è fatto benissimo e praticamente spoiler free!

Voto: 8

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

La Nike si supera ancora una volta – parte 2

Non sono del tutto convinto del messaggio che viene trasmesso da questo video, soprattutto se lo si guarda con gli occhi di un adolescente che di suo ha già la propensione a fare cazzate e dei limiti molto bassi. Però è indubbiamente qualcosa di molto bello e potente, quindi lo metto qui.

 

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , | 1 commento

La Nike si supera ancora una volta – parte 1

Faccio fatica a pensare a una azienda che sia migliore della Nike per quanto riguarda la qualità delle pubblicità. Ogni tanto appare qualche spot che è a livello, o anche superiore, a quelli della casa americana, tipo le ultime due uscite di Apple sono davvero incredibili!, ma qualcuno che sia sempre a livelli stellari come Nike? Secondo me non c’è.

A dimostrazione di questa tesi l’ultimo mega-spot perfettamente in linea con tante loro campagne già viste in passato (per esempio questa, giusto per citarne una) ma qui con una serie di elementi innovativi che la stravolgono e la ridefiniscono per i tempi in cui viviamo.

Guardatela, non ve ne pentirete (e se vi piace, riguardate anche quella linkata qua sopra: è sempre splendida :D)

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Avanti e indietro

Torniamo ad argomenti più leggeri e lo facciamo con un video fuori di testa, e molto violento, di un gruppo russo. E’ tutto all’indietro, cioè si va dalla fine all’inizio, ed è talmente pieno di cose ed eventi che la parte divertente è cercare di capire cosa diavolo è successo e come. Visto che il ritmo del “riavvolgere” è lento, si può anche cogliere molto ma io ci ho messo due passaggi per capire tutto 🙂

Ovviamente c’è anche la versione con lo svolgimento normale, che però va vista solo dopo altrimenti si perde tutto il gusto del caos

Il video è diretto da quel genio folle di Ilya Naishuller, che forse conoscerete per il (poco più che mediocre) film Hardcore (no, non è un porno ma un film tutto girato in soggettiva, come un videogioco in prima persona) disponibile anche su Netflix.

O magari per un altro dei suoi video, quello che immagino abbia ispirato il film appena citato, che potete vedere qui.

Se il personaggio vi intriga, qui trovate una selezione dei suoi video su YouTube.

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Un post per tutti i genitori (e per chi lo sta per diventare)

Questa è una storia che finisce bene. Ma che inizia molto male.
E che scrivo qui per un solo ed esclusivo motivo: per raccontare la mia esperienza sperando che questa possa far capire che il pericolo è reale per tutti.

Venerdì sera, nel giorno del suo decimo mese di vita, Francesco è stato a un passo dal morire. Si è soffocato con uno stupidissimo pezzo di pane, uno non più grande di quelli che ha mangiato mille volte in vita sua. Eppure questo gli si è bloccato in gola, portandolo a vomitare prima e smettere di respirare poi. Per mia fortuna a casa c’era sua mamma Carla, che è un medico e si è accorta subito della cosa, cominciando a fargli le manovre classiche per sbloccarlo. Ma che non sono servite a nulla, per cui lui ha smesso di respirare, gli occhi si sono riversati verso l’altro ed è diventato viola. Così lei si è messa a fargli il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca, mentre aspettavamo l’ambulanza che probabilmente è arrivata 5 minuti dopo la nostra telefonata disperata, ma che a me è sembrato essere un’ora e mezza. Quando alla fine l’ho vista apparire in fondo alla via, Francesco stava già piangendo perché Carla da sola è riuscita a farlo ricominciare a respirare. Gli ha letteralmente dato la vita per la seconda volta e vi assicuro che l’immagine di mio figlio disteso sul pavimento del corridoio con gli occhi verso l’alto e un colore che era tutto tranne che naturale, mi accompagnerà fino alla fine dei miei giorni.

Se oggi parlo di questa cosa qui e senza essere disperato, è solo perché con me vive un medico che sapeva cosa fare e l’ha fatto. Ha spento il cervello di mamma e ha attivato le sue conoscenze, e tra vari urli e mille lacrime lo ha salvato. Tenendolo ventilato ha anche evitato che ci fossero danni al suo cuore o al cervello (e non gli ha nemmeno rotto o incrinato le costole, doppio miracolo). Dopo un giorno e mezzo di osservazione, oggi pomeriggio l’hanno dimesso e stanotte dormiremo di nuovo tutti insieme in casa nostra.
Ma se io fossi stato a casa da solo, oggi starei scrivendo dell’imminente funerale di Francesco o dei suoi inevitabili pesanti danni cerebrali. Questo è certo, non lo dico tanto per dire.

Perché lo scrivo, quindi? Per farvi capire che con i bambini piccoli il pericolo di morte per soffocamento c’è ed è reale, e non dovete fare come me, sottovalutandolo. Se avete un figlio, o se sta per arrivarvi, trovate un corso che vi spieghi come fare le manovre per la disostruzione delle vie aeree, e fatelo. Sia il papà che la mamma, perché non si sa mai quando può succedere e come può finire.
Io lo sto già cercando e al più presto lo farò.

Quanto a noi, ora stiamo bene. Paolo ha visto poco e capito meno. Francesco è sempre il solito e, come detto, tutti gli esami ci dicono che non ci saranno conseguenze grazie al pronto intervento della mamma (che ha ricevuto i complimenti da tutte le infermiere e i medici del reparto). Carla è scossa ma sta bene, e insieme supereremo anche questa. Però non ha comprensibilmente voglia di parlare di quanto successo, quindi non mandatele messaggi o chiamatela per farvi raccontare o discutere della cosa. Se avete domande, scrivete a me.

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , | 1 commento

Avengers x Captain Marvel x Audi

Attenti a Thanos, ma anche al glutine! E ricordatevi di fare foto, di ogni tipo!

Credo sia la più folle pubblicità legata a un film Marvel che abbia mai visto. 🙂

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , | 3 commenti