Una settimana da liceo

Non so per voi, ma le settimane ai tempi delle superiori (e, in misura minore, dei primi anni di università) erano dei concentrati mostruosi di gossip legati agli amici. Ogni giorno qualcuno si metteva con qualcun altro, una coppia saltava per aria, scoprivi che X era innamorato perso di Y (e ci credevi davvero, nonostante X fosse stato innamorato perso di Z fino al giorno precedente) e chi più ne ha più ne metta. Crescendo le situazioni ovviamente si stabilizzano: le coppie sono le stesse per anni, poi decenni, poi si sposano, poi (eventualmente) fanno figli, e via così. E’ normale, è la natura della vita che porta la stragrande maggioranza di noi su questa strada. E il gossip va scomparendo salvo la rara novità che ogni tanto finisce nel tuo radar.

La settimana che si è appena conclusa, però, è stata degna della migliore settimana da liceo, con l’unica differenza che ora le news gossippare sono delle bombe atomiche. In 8 giorni:

  • Un mio amico ha fatto il suo coming out (peraltro abbastanza sorprendentemente nei tempi e modi).
  • Una mia amica ha partorito. Che sarebbe cosa normale, salvo il fatto che solo a fatto compiuto abbiamo scoperto che erano due gemelli e non un semplice bambino come tutti pensavamo (lei lo sapeva ma non l’ha detto a nessuno).
  • Un mio amico si è trovato la nuova morosa. E forse è pure già incinta!
  • Una coppia che pensavo solida è invece in crisi.
  • Un altro amico mi ha raccontato la lunga, e un po’ travagliata, storia di come si è messo con la sua attuale ragazza.

Troppe emozioni, non ho più il fisico per sostenere tutte queste novità sconvolgenti! Però, cavolo, che bella storia. Dovrebbe capitarmi più spesso 😀

Annunci

5 pensieri su “Una settimana da liceo

  1. mi hai fatto riflettere su un fatto… al liceo ho sempre mal sopportato le dicerie, le chiacchiere, le malignità… invece le cose allegre e leggere le sapevo tutte. certo, non ero proprio un fiore di campo nella mia classe, che era la classe del fango in quanto a rapporti. Mi odiuzzavano un po’ tutti, o meglio… alla fine c’era proprio qualcuno convinto che portassi sfiga (sì sì, ok, da brava metallara che potevo aspettarmi? ma ehi, non giravo mica con un crocefisso al contrario appeso al collo!) Dunque ho sempre saputo un mare di cose, per vie traverse, ma facendomi sempre i beneamati fatti miei… c’ero se mi chiedevano una mano, ma per il resto ero come un satellite col suo pianeta, giravo lì attorno ma in fondo me ne fregavo perché guardavo il resto della galassia Ora, ho odiato e adorato quel periodo, lo rifarei? non saprei, ancora sto decidendo! Attualmente invece sono dalla parte del prof. ho 31 anni e vado a scuola 3 mattine a settimana… e parlo,parlo,parlo e loro non mi ascoltano, ma… appena c’è un gossip (e questa settimana ne ho avuti due da vera bomba atomica, e sì, includono coppie, bambini in arrivo, rotture improbabili, e ancora coppie!) vedo la luce in fondo al tunnel e vedo quelle testoline davanti a me aprirsi al mondo… ma soprattutto, e giuro che ancora non ci credo, mi sento così strana ogni volta che chiedono il mio parere, o quando mi domandano “Proffina ma lei la sa sta cosa?” che quasi quasi mi sembra di essere tornata al liceo. Ecco… credo sia lì che alla fine mi freghino, i miei alunni, perché sanno che in fondo starò sempre dalla loro parte… con gli amici invece è diverso: in quanto UNICA donna fissa del gruppo io DEVO sapere OGNI FOTTUTISSIMA COSA!

    E.

  2. Pingback: Auguri Zero3! | Zero3

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...