[Recensione] Infamous Second Son (e Infamous First Light)

Infamous second son logoIo amo i free roaming. Non adoro quelli con la mappa troppo gigante, come in generale i GTA, ma faccio anche quelli perché… beh, perché adoro i free roaming 🙂

Per questo ho spolpato fino al midollo i primi due capitoli di Infamous, finendoli due volte ciascuno (finale buono e finale cattivo), e vincendo persino tutti i trofei del secondo e tutti tranne uno del primo (uno stupido trofeo che richiede di uccidere un nemico con un’onda d’urto che fa rimbalzare la granata che lui stesso tira. A distanza di non so quanti anni dall’ultima volta in cui ci ho provato, me lo ricordo ancora :P). Insomma, se non l’avete capito, adoro i free roaming.

Per questo quando è arrivata la notizia che con il lancio di PlayStation 4 ci sarebbe stato un nuovo Infamous, io ero entusiasta.

Salto avanti di una ventina di mesi, e io ho console e gioco. Sono pronto, Sucker Punch colpiscimi di nuovo.

Non starò a raccontarvi la storia (completamente nuova, inevitabile visto come era finito il secondo capitolo) perché il titolo è fuori già da molti mesi e chi voleva saperne qualcosa ormai l’avrà già scoperto. Perciò vado subito alle considerazioni generali.

Dico subito che anche qui l’ho “platinato” ma non perché mi abbia esaltato come nei primi due giochi. L’ho fatto semplicemente perché Infamous Second Son è molto più corto dei precedenti. La prima cosa che salta all’occhio è la mappa: è piccolissima, penso meno della metà di quella del secondo capitolo. Sì, certo, se aprite la schermata che ve la mostra, questa vi sembrerà enorme. La la realtà dei fatti, però, è che se provate ad andare da un capo all’altro della città, ci metterete molto, molto poco. Non a caso questa volta non ci sono binari del tram da sfruttare per spostarsi in giro per i quartieri: è talmente piccola che non servono (e metterli avrebbe accentuato ancora di più la sensazione di dimensione ridotta). Poco male, non per forza un free roaming deve avere una mappa gigantesca: sull’argomento ci ho persino fatto un articolo su Eurogamer! Però qui è davvero piccola e con troppe cose identiche da vedere e da fare.
Altra cosa negativa sono i poteri: sono troppo simili a quelli visti nei primi due capitoli. Capisco che non si può sempre reinventare la ruota (come dimostrano tantissimi giochi, vedasi per esempio i Batman di Rocksteady), ma qualcosa di più secondo me qui si doveva e poteva fare. Intendiamoci: sono poteri divertenti da usare che rendono le sessioni di gioco molto varie e divertenti, e richiedono anche un po’ di strategia per decidere cosa usare per affrontare il nemico che si ha davanti, ma io speravo in qualcosa di più innovativo.

Infamous second sonMa non ci sono solo aspetti negativi, anzi! È positivo che si è in una città inedita, Seattle, e che la grafica è più che buona per un titolo di prima generazione. Altro aspetto molto positivo è la storia, che ha dei buoni personaggi, scritti pure bene. Solo il rapporto il protagonista e suo fratello maggiore a volte fa storcere il naso, ma è quasi sempre in concomitanza con il momento della scelta “buono o cattivo”. Come dire che non sono riusciti a trovare l’equilibrio giusto in tempo per la data di uscita. Che poi è la sensazione che si ha in tutto il gioco: bello, curato ma con un anno di tempo in più poteva essere maestoso. Però a Sony serviva un titolo graficamente di impatto per i primi mesi dopo il lancio della console e quindi è andata così.

Ci sono comunque un paio di colpi di scena ben assestati, e una delle scelte tra bene e male, la penultima che devi prendere, mi ha lasciato fermo davanti allo schermo per un paio di minuti, diviso com’ero tra la scelta cattiva (la più giusta secondo me, nonostante avessi fatto il percorso da buono) e quella buona, che poi ho preso malavoglia solo per i trofei (e perché sapevo che avrei rigiocato da cattivo, scegliendo quindi quello che volevo).

Altra cosa da segnalare è il finale da cattivo. Quello buono è carino ma niente di sconvolgente, quello cattivo è FANTASTICO. Molto, molto peggio di quanto si era visto nei primi Infamous con gli ultimi secondi che sono da pelle d’oca. Se dovete scegliere una sola strada da giocare, io straconsiglio quella da malvagio. E lo faccio da persona che gioca SEMPRE da buono.

Quindi, tirando le somme, è un titolo che per me va comprato o no? In generale direi di sì: se avete amato i primi due, andate sul sicuro. Se non li conoscete ma vi piacciono i free roaming, o le belle avventure, anche qui vi dico di sì. Ormai si trova a pochi euro, io l’ho pagato 20, e non ha senso farselo sfuggire a questo prezzo.

Se poi vi piacerà, consiglio anche Infamous First Light. Venduto come capitolo a parte, va giocato DOPO Second Son e offre una storia carina (anche se secondo me in contraddizione su alcuni punti fondamentali rispetto a quello che viene detto in SS) e soprattutto delle sfide nelle arene che sono molto divertenti. L’hanno anche dato con il PS+ qualche mese fa, quindi è possibile che ce l’abbiate già.


Pagellone finale

Voto globale: 7
Grafica: 8
Varietà missioni: 5
Sfida: 6 (ma gli Infamous sono sempre stati molto facili)
Divertimento a esplorare la mappa: 8
Quantità, varietà e posizionamento degli oggetti da trovare: 8


 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...