I tre migliori cartoni per bambini in onda in questi mesi – seconda posizione

Come tutti i veri bravi genitori, anche io e Carla usiamo la televisione come babysitter per Paolo. Abbiamo questa assurda pretesa di voler respirare da soli per un secondo senza essere perennemente all’inseguimento del mostriciattolo che è tanto buono quanto ignaro dei pericoli in cui costantemente si mette.

Dopo aver passato varie ore a guardare insieme a lui i cartoni che passano sulle reti gratuite (qui non tengo conto di quello che c’è su piattaforme a pagamento come Sky o Netflix), ecco la mia personale top 3. Oggi tocca al secondo posto (qui il terzo)!

DuggeeSe non state vedendo Hey Duggee, vi state perdendo una gemma assoluta. E attenzione, non lo dico pensando a dei bambini ma a degli adulti. Se siete cresciuti negli anni 80, adorerete la marea di citazioni e riferimenti a tutti quei fenomeni che sono entrati nell’immaginario comune formando l’ossatura della cultura pop tanto di allora quanto di oggi.

Ci sono infiniti esempi che potrei farvi, alcuni di citazioni semplici e manifeste, altri più sottili. Si va dalla puntata dedicata all’avventura che ricorda tanto Zelda quanto Dungeons & Dragons, a quella che ripropone paro-paro lo schema di Donkey Kong, con i ragazzini che devono salire per delle salite saltando per evitare della frutta lanciata da una scimmia. Con tanto di suoni praticamente uguali all’originale!

O ancora la puntata dedicata all’aerobica con l’istruttrice, uno struzzo, vestita con i classici scaldamuscoli che tanto andavano in quegli anni. E che dire di quella in cui Duggee costruisce un robot spaventapasseri?

Davvero, gli esempi sono infiniti, per cui mi fermo qui.Non prima, però, di avervi detto che la mia preferita è quella dedicata ai supereroi 😀

Ma di cosa parla realmente Hey Duggee? La storia è semplice: c’è un cane, Duggee appunto, che è il capo scout di una serie di piccoli bambini molto diversi tra loro. Ogni puntata è un’avventura del gruppo, che si apre con i ragazzini che arrivano nella casa del loro capo scout e si chiude immancabilmente con la conquista da parte dei piccoli lupetti di un distintivo, un Duggee abbraccio e l’arrivo dei genitori per tornare a casa. Le storie sono narrate anche con l’aiuto di una una voce esterna che prende il posto di quella di Duggee, che si limita a fare dei semplici e simpatici suoni ogni tanto. Voce che in italiano è semplicemente perfetta perché è di Carlo Valli, il doppiatore di Robin Williams.

Lo stile del disegno e delle animazioni è semplicissimo ma davvero molto, molto bello e azzeccato. Non si può non amare il buon Duggee, così come non si possono non adorare i vari bambini, il design delle galline (ma in generale tutti gli animali sono FANTASTICI) e via così.

Hey Duggee è semplicemente splendido e lo consiglio a tutti. E nella mia personale classifica arriva secondo ma perde per un nonnulla: diciamo che ha un piede nel gradino più alto del podio. Se volete vederlo, accendete la televisione alle otto di mattina e andate su Cartoonito.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a I tre migliori cartoni per bambini in onda in questi mesi – seconda posizione

  1. Pingback: I tre migliori cartoni per bambini in onda in questi mesi – prima posizione | Zero3

  2. Pingback: È notte in città e un confuso papà non capisce come qualcosa sia possibile | Zero3

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...