Il futuro è un luogo magnifico e anche orribile

Prendetevi un attimo per guardare questo video pubblicitario di Amazon uscito qualche giorno fa.

Voi direte: bello ma chissà quando lo faranno davvero. E invece no, c’è già. E’ a Seattle anche se attualmente non è ancora aperto al pubblico. E’ infatti in versione beta (sì perché ora anche in negozi hanno le versioni alpha e beta, almeno così pare…) il che significa che ci possono andare al momento solo i dipendenti di Amazon. Ma c’è, e nel 2017 sarà aperto per tutti gli abitanti della città americana.

L’idea è oggettivamente bella e tremendamente allettante: zero code, zero rotture di scatole alle casse tra cui soprattutto il dover tirare fuori tutto dal carrello e rimetterlo poi nelle buste. Sorvoliamo per questa volta sul discorso furti ed errori nello scontrino, con roba in più o in meno, e parliamo della cosa più importante che si può derivare da quanto appena visto.

E cioè che ancora una volta una macchina finisce per sostituire gli uomini.

E’ un trend in forte crescita da centinaia di anni, dall’inizio dell’era industrializzata, ma che sembra aver preso una fortissima accelerazione negli ultimi decenni. Con la nascita delle intelligenze artificiali davvero intelligenti, e non solo software evoluti capaci di battere qualcuno a scacchi, si sta veramente arrivando al punto in cui buona parte delle cose che facciamo ogni giorno potranno essere fatte da un computer collegato a una qualche sua estensione fisica.

Si parla di sostituire i conducenti di taxi, bus e camion con delle IA evolute (cosa che già stanno facendo in alcune città americane. E’ ancora un test, ma è già partito da un bel po’!). Si parla di affidare controlli di qualità, di spedizione o di produzione a sensori NFC mischiati a telecamere sempre più risolute. E ci sono milioni di altri esempi possibili. E ora si arriva al punto di sostituire persino le persone alla cassa!

La domanda che mi pongo io è: ma nel 2050/2100 cosa farà la gente di lavoro? Perché di questo passo ci ritroveremo con una manciata di megamiliardari che gestiscono corporazioni enormi degne del più cupo universo cyberpunk e miliardi di senzatetto che si aggirano affamati e infreddoliti per le strade, impossibilitati a lavorare perché non c’è nulla da fare.

Perché se è pur vero che almeno nei paesi più ricchi la natalità è in calo, c’è anche da dire che le persone continuano a fare sesso e a far nascere dei bambini. E, contemporaneamente, l’età media si alza sempre di più grazie a medicine migliori e cibi più ricchi. Tutte queste bocche da sfamare, cosa potranno fare di lavoro? Alcuni lavoreranno per le corporazioni, certo, e lo faranno fino a quando non arriverà un software in grado di rimpiazzare anche loro, ma gli altri, la stragrande maggioranza delle persone, che possibilità di lavoro avranno?

Quindi i sei o sette miliardi di persone che ci saranno su questo (povero) pianeta tra qualche decennio, di preciso che faranno? A parte, ovviamente, la inevitabile rivoluzione planetaria che porterà alla fine di questo stupido e oggettivamente non più sostenibile sistema fortemente capitalistico…

PS: se volete sapere qualcosa di più, ma non è molto di più di quanto si vede nel video, questa è la pagina ufficiale di Amazon Go.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il futuro è un luogo magnifico e anche orribile

  1. Pingback: Un piccolo update sul futuro… | Zero3

  2. kOoLiNuS ha detto:

    Questo è un argomento che con alcuni amici stiamo provando a discutere … controverso ma urgente, quasi drammaticamente urgente da risolvere visto quanto velocemente l’automazione sta arrivando nel “mondo reale™”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...