I tre migliori cartoni per bambini in onda in questi mesi – prima posizione

Premessa: questo post doveva uscire a fine agosto, ma è finito nelle bozze da dove non è più uscito (l’idea era finirlo e pubblicarlo, poi però me ne sono dimenticato). Poi, qualche giorno fa, il prode Ernesto dal lontano Giappone mi ha fatto notare che mancava il pezzo sulla prima posizione dei miei tre cartoni animati preferiti, e così ho completato il post e ora lo pubblico. Tra un paio di settimane, però, lo sposterò a inizio settembre, dove doveva stare fin dall’inizio.

Come tutti i veri bravi genitori, anche io e Carla usiamo la televisione come babysitter per Paolo. Lo facciamo perché abbiamo questa assurda pretesa di voler respirare da soli per un secondo senza essere perennemente all’inseguimento del mostriciattolo che è tanto buono quanto ignaro dei pericoli in cui costantemente si mette.

Dopo aver passato varie ore a guardare insieme a lui i cartoni che passano sulle reti gratuite (qui non tengo conto di quello che c’è su piattaforme a pagamento come Sky o Netflix), ecco la mia personale top 3. Dopo aver visto la terza classificata e la seconda, oggi siamo arrivati alla prima, forse scontata, posizione!

Masha e orso

Sì, vince sempre lei, la terribile e inarrestabile Masha. La serie di cui tutti parlano da anni a questa parte, e a ragione. Perché Masha e Orso è davvero qualcosa di sorprendente, soprattutto se si pensa che è stata creata da un piccolo studio russo.

Sono moltissimi i motivi per cui ritengo Masha e Orso la migliore serie per bambini al momento in tv. Proviamo a fare un piccolo elenco delle cose che mi piacciono:

  1. La computer graphic è sorprendentemente bella. Certo, la prima serie è abbastanza povera e si vede che non avevano ancora preso bene le misure sul character design dei personaggi (guardate per esempio Orso: è molto più magro e ha un aspetto meno “pacioccone”), ma già dalla seconda stagione la qualità raggiunge un livello impressionante. Se paragonate quanto si vede in Masha e Orso con produzioni di studi ben più famosi e ricchi, la serie non solo ne esce bene ma nove volte su dieci pialla la concorrenza.
  2. Le storie sono ben scritte e praticamente mai banali. Sarebbe stato facile costruire ogni episodio solo sui danni che Masha fa e con Orso che deve rimediare (che ci sono ma sono pochi, questi sono realizzati molto bene e sempre con spunti notevoli), invece c’è un vero lavoro di classe da parte degli autori che creano storie originali. La stragrande maggioranza degli episodi non considera nemmeno il concetto Masha vs. Orso, men che meno l’odiata morale e/o la lezione che la bambina deve imparare come conseguenza delle sue azioni. Le trame, invece, si concentrano più su idee originali o citazioni di cose che capiscono forse più gli adulti che i bambini, ma che divertono entrambi.
  3. Già, le trame. Poche serie nella storia hanno osato tanto quanto si vede in Masha e Orso. Gli autori sembrano essere dei piccoli bambini che hanno davanti a sé una tela bianca che possono riempire come vogliono, senza limitarsi ai soliti quattro canovacci della narrazione per ragazzini. Ed è proprio quello che fanno, scatenando la loro fantasia in maniera incredibile. Con il risultato che, come detto prima, spesso a guardare gli episodi si divertono forse più i genitori dei figli. Del resto capita di vedere la parodia di Sherlock Holmes o del mondo dei supereroi, ma anche un episodio in cui Halloween si fonde con la storia di Cenerentola, un richiamo alla scena iniziale di 2001 Odissea nello spazio, una satira dell’ossessione per la bellezza e molto altro ancora. Fino ad arrivare al fantastico omaggio al cinema in generale, fatto attraverso citazioni a film che hanno fatto la storia come Forrest Gump, Titanic, Avatar e molti altri ancora.
  4. Il quarto elemento che mi fa amare Masha e Orso è la musica. In generale non sono uno che apprezza le canzoni dentro i cartoni animati, ma in questo caso faccio un’eccezione perché, nella stragrande maggioranza dei casi, qui è usata in maniera davvero azzeccata. E, soprattutto, non è un riempitivo per guadagnare minuti a costo quasi zero ma un momento importante integrato con la storia, se non vero e proprio cardine attorno al quale viene costruito l’episodio. Per esempio c’è una puntata in cui Masha diventa una rockettara e suona un pezzo che ricorda una canzone degli AC/DC, un’altra in cui diventa un’intera orchestra di musica classica che suona una melodia fantastica, ce n’è una in cui si allena per fare un musical che poi vediamo essere Chorus Line, e via così.
  5. Infine non riesco a non pensare che Masha e Orso siano una versione moderna, e più leggera, di Calvin & Hobbes, il mio fumetto preferito in assoluto. Certo, Orso non ha il cinismo di Hobbes, così come Masha non ha il pessimismo (o la follia) di Calvin, ma entrambe le serie hanno delle dinamiche tra bambino e animale che sono spesso molto simili.

Potrei andare avanti a lungo, o scendere nel dettaglio, ma ho già scritto fin troppo quindi mi fermo (e voi vedrete una versione parecchio tagliuzzata del post, perché in origine c’era moooolto più testo). E non ho nemmeno menzionato I racconti di Masha, uno spin off della serie che è ancora più fuori di testa. Ma che è anche molto più adulto, infatti a me piace tantissimo mentre Paolo non la vuole vedere.

E con questo ho finito, non prima però di un consiglio finale per tutte quelle persone che, con figli o senza, non hanno mai visto una puntata di Masha e Orso. Se vi capita di trovarvela davanti un giorno durante una sessione di zapping estremo, fermatevi e provate a guardare questa serie. Potrebbe piacervi molto più di quanto pensate!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...